Il concerto

Mercoledì 4 maggio 2016, presso l'Auditorium di Milano, Giovanni Allevi ha presentato in anteprima mondiale la sua cantata sacra "Sotto lo stesso cielo" per soli, coro e orchestra, in un concerto speciale per il lancio del progetto Arts of Italy, portando sul palcoscenico oltre 100 musicisti.

Sotto lo stesso cielo

cantata sacra del M° Giovanni Allevi

Una cantata sacra di Giovanni Allevi, composta per 4 voci liriche soliste (soprano, contralto, tenore e basso), coro polifonico a 4 voci ed orchestra sinfonica.

Per quanto concerne la musica originale, il suo linguaggio si sviluppa sul dialogo e confronto tra due mondi sonori assai distanti: l'intreccio contrappuntistico delle voci, ad emblema della tradizione classica europea, e la melodia sulla scala pentafonica cinese, a rappresentare la millenaria cultura orientale.
Il tutto permeato da una ritmica squisitamente contemporanea.

Padre%20Matteo%20Ricci

Il titolo della composizione trae origine dagli scritti del monaco gesuita Padre Matteo Ricci, primo italiano ad essere accolto alla corte dell'imperatore della Cina all'inizio del 1600; nei suoi diari ricorre infatti la frase "sotto lo stesso cielo" ad indicare come la volta celeste possa abbracciare culture e popoli tanto diversi e lontani.

La partitura completa di "Sotto lo stesso cielo", inedita ed ancora mai eseguita, è stata ufficialmente consegnata nelle mani di Sua Santità Papa Ratzinger Benedetto XVI, durante la cerimonia di apertura del processo di beatificazione di Padre Matteo Ricci, avvenuta nel maggio 2010 alla Sala Nervi in Vaticano.

SHARE

Giovanni Allevi

è uno dei maggiori compositori puri e incontaminati
dell’attuale panorama internazionale.

I solisti

La prima esecuzione, affidata allo stesso compositore Giovanni Allevi
nel ruolo di direttore, vedrà impegnati sul palco quattro solisti.

Laura Brioli

Mezzosoprano

Leggi la biografia

Federico Bulletti

Tenore

Leggi la biografia

Silvia Pantani

Soprano

Leggi la biografia

Simone Simoni

Basso

Leggi la biografia

Orchestra Sinfonica Italiana

L’Orchestra Sinfonica Italiana nasce in seno all’Orchestra Sinfonica di Massa e Carrara grazie alla fusione delle esperienze classiche e liriche di alcuni tra i migliori strumentisti italiani provenienti da importanti teatri nazionali tra cui il Carlo Felice di Genova, il Maggio Musicale Fiorentino, il Teatro Comunale di Bologna, l’Orchestra della Toscana, la Fondazione Toscanini di Parma. Grazie al coinvolgimento in molti progetti, l’Orchestra Sinfonica Italiana dimostra una straordinaria versatilità e conoscenza dei linguaggi e delle strutture diverse da quelli classici, oltre che una notevole esperienza nel live amplificato. 

L'Orchestra Sinfonica Italiana si caratterizza per la capacità di cimentarsi con grande maestria sia in ambito musicale classico che in quello contemporaneo.

Tra gli importanti progetti a cui ha partecipato insieme al M° Giovanni Allevi possiamo citare il concerto di apertura delle Celebrazioni dei 150 anni dell'Unità d'Italia, nonché il concerto per l'Europa promosso dal Dipartimento Politiche Europee.

Coro dell'Opera di Parma

Raccogliendo una secolare tradizione corale della città, il Coro dell'Opera di Parma nasce dall'esigenza di creare una compagine che riunisca al suo interno artisti del coro con un'ottima preparazione musicale e, nel contempo, una straordinaria capacità di movimento sulla scena. Il complesso corale è caratterizzato da una marcata flessibilità di organico, passando dai trenta ai novanta elementi per il grande repertorio sinfonico. Il repertorio comprende le principali opere dell'Ottocento comprese quelle in lingua originale e alcune fra le più importanti produzioni del repertorio sinfonico.

A dirigere il coro si sono avvicendati e si avvicendano tuttora nelle varie produzioni i maestri: Emiliano Esposito, Fabrizio Cassi e Martino Faggiani.

SHARE
High
Mid
Low

Titolo

Descrizione