Cattedrale di Salerno, Salerno

Il Duomo di Salerno è un gioiello di epoca medievale che unisce nella sua struttura l'architettura romanica allo stile normanno e bizantino.

I preziosi mosaici della cattedrale di Salerno, decorati con tarsìe marmoree policrome, sono opera dei maestri della scuola cosmatesca, i quali ripresero il repertorio musivo dell'antichità, reinterpretando gli stessi motivi geometrici in chiave simbolico-religiosa e rinnovando le tecniche attraverso una minuta scomposizione delle figure, fino a utilizzare tessere di soli pochi millimetri.

La collezione

OVS
ARTS
NEWS

OVS Arts of Italy non è soltanto un progetto che coniuga creativamente i linguaggi di arte e moda. Il suo obiettivo principale è infatti quello di avvicinare il patrimonio artistico italiano alla community OVS attraverso un racconto inedito. È per questo che nascono le OVS Art News: pillole di curiosità, aneddoti e spunti di approfondimento sull’arte italiana che permetteranno di riscoprire, valorizzare e apprezzare la straordinaria bellezza che è sotto i nostri occhi.

Cattedrale di Salerno

Il Duomo di Salerno conserva al suo interno un tesoro segreto, considerato il luogo più sacro della chiesa: la cripta, che custodisce le preziose reliquie di San Matteo, patrono della città. La tomba è visibile solo attraverso una finestrella circolare, si trova esattamente sotto l'altare maggiore della cattedrale soprastante ed è costituita da un grande baldacchino sul quale trionfa una statua del santo raffigurato mentre scrive il Vangelo.

Cattedrale di Salerno

Siamo abituati ad ammirare capolavori come la Cappella Sistina, con il “Giudizio Universale” e la meravigliosa volta affrescati da Michelangelo, sollevando lo sguardo verso l’alto, ma non tutti sanno che anche i suoi pavimenti rappresentano una straordinaria testimonianza artistica. Anch’essi, infatti, come le decorazioni pavimentali della Cattedrale di Salerno, sono stati realizzati con tarsie marmoree policrome in stile cosmatesco.

Cattedrale di Salerno

Moltissime chiese e basiliche dell’Italia centro-meridionale conservano uno straordinario patrimonio di mosaici a intarsio, veri e propri “tappeti di pietra” realizzati tutti dalla stessa scuola di artigiani: si tratta dei Maestri Cosmati, marmorari romani attivi intorno al XII secolo. Il loro nome è stato conosciuto proprio grazie alla firma “Cosma” incisa in vari luoghi sulle loro opere.

L'opera

La cattedrale di Salerno, un gioiello dello stile romanico, è stata fondata agli inizi del XI secolo dopo la conquista della città da parte di Roberto il Guiscardo e fu consacrata da Papa Gregorio VII, ospite in esilio della città, per celebrare Salerno a capitale del ducato Normanno. Ampliata dopo il ritrovamento delle spoglie di San Matteo apostolo ed evangelista, patrono della città, e rimaneggiata nel Seicento, la cattedrale resta uno dei più importanti monumenti medievali della Campania.

I suoi mosaici, opera dei celebri Maestri Cosmati, rappresentano nella loro unitarietà, nelle loro cospicue dimensioni e per qualità artistica, una straordinaria testimonianza dell'arte ad intarsio in Italia. Gli artigiani che lavoravano nella fabbrica del Duomo riuscirono, infatti, a creare attraverso la più raffinata tecnica musiva, veri e propri "tappeti di pietra": le loro decorazioni, ricche di simboli mistici, si basano sulla continua variazione del motivo della circonferenza, intorno alla quale si intrecciano decori geometrici complessi composti da forme di triangoli, quadrati, rettangoli, rombi, esagoni, ottagoni, impreziositi da marmi e tessere multicolori che rendono unico il disegno di ogni pannello.

High
Mid
Low

Titolo

Descrizione