Villa Romana di Russi, Ravenna

La villa romana di Russi, scoperta negli anni Trenta a 20 km da Ravenna, è uno dei più estesi complessi archeologici dell'Italia settentrionale.

Somiglia a una grande scacchiera il motivo geometrico a stelle e losanghe bianche e nere che decora i mosaici del pavimento del tablinum, la sala di rappresentanza della villa romana di Russi, a Ravenna. Con una superficie di circa 8000 mq, il complesso, ritrovato in occasione di uno scavo alla fine degli anni Trenta, è uno dei più grandi ed estesi dell'Italia settentrionale.

La collezione

OVS
ARTS
NEWS

OVS Arts of Italy non è soltanto un progetto che coniuga creativamente i linguaggi di arte e moda. Il suo obiettivo principale è infatti quello di avvicinare il patrimonio artistico italiano alla community OVS attraverso un racconto inedito. È per questo che nascono le OVS Art News: pillole di curiosità, aneddoti e spunti di approfondimento sull’arte italiana che permetteranno di riscoprire, valorizzare e apprezzare la straordinaria bellezza che è sotto i nostri occhi.

Villa Romana di Russi, Ravenna

Anche se la tecnica del mosaico risale addirittura all’antico Egitto, è in epoca romana che vive il periodo di suo massimo splendore, e infatti il nome latino “opus musivum” vuol dire “opera delle Muse”. Durante il periodo imperiale, in particolare, le tecniche si fecero talmente raffinate che si svilupparono figure di veri e propri tecnici con funzioni diverse: il pictor imaginarius (che si dedicava al disegno); il tessellarius (che eseguiva i mosaici pavimentali); il pictor parietarius (che si occupava del disegno sulla parete); il musivarus (che realizzava il mosaico a parete).

Villa romana di Russi, Ravenna

Oltre alla Villa romana di Russi, un'altra straordinaria testimonianza della storia romana di Ravenna è la cosiddetta "domus dei tappeti di pietra", scoperta solo nel 1993. Situata a circa 3m sotto terra, la domus custodisce un'antica abitazione signorile: suddivisa in quattordici stanze e tre cortili è interamente decorata con meravigliosi mosaici geometrici e figurativi per una superficie complessiva di 700 mq.

Villa romana di Russi

Nell’antica Roma, oltre alla casa (domus) e al condominio (insula) esisteva un altro tipo di abitazione: la villa, che poteva essere urbana, una residenza di campagna, o rustica, una vera e propria azienda agricola abitata da schiavi che si occupavano della produzione di beni destinati sia all'uso domestico che alla vendita. Le ville rustiche, come quella di Russi vicino Ravenna, sono state considerate tra le forme più efficienti dell’economia romana.

L'opera

Quella situata nei pressi di Russi, in provincia di Ravenna, è una delle testimonianze di villa rustica romana più significative e meglio conservate dell’Italia settentrionale. Secondo la definizione che ne diede Catone, per villa rustica s’intende un’abitazione di campagna che sorgeva accanto a un fiume navigabile, a una strada importante e non a troppa distanza dal mare. Le ville di questo tipo non erano altro che dei poderi in cui convivevano sia il dominus (il padrone) che il villicus (il fattore) e dove la produzione e l’allevamento erano sufficienti alla sopravvivenza della famiglia.

I primi rinvenimenti della villa di Russi risalgono alla fine degli anni Trenta, quando fu scoperta la zona termale della casa, a cui hanno fatto seguito numerose altre campagne di scavo che hanno portato alla luce una struttura con un’estensione totale di circa 8000 metri quadri. Probabilmente i prodotti della villa erano destinati agli uomini della flotta romana stanziata nella vicina Ravenna intorno al I-II sec. d.C. e, difatti, dopo il loro allontanamento, iniziò un periodo di decadenza che andò fino al suo definitivo abbandono in epoca medievale. I pavimenti, molto ben conservati e per la maggior parte in mosaico bicolore bianco e nero, rappresentano un buon esempio della decorazione pavimentale musiva in uso nell’Italia del Nord in quel periodo.

Su concessione del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo - Soprintendenza Archeologia dell'Emilia Romagna, riproduzione vietata a scopo di lucro , anche indiretto.

High
Mid
Low

Titolo

Descrizione